CHE COSA E' IL DVR?

Il DVR  , o documento di valutazione dei rischi,  è il documento fondamentale del Decreto Legislativo 81 del 2008. 

Tutte le aziende che impiegano anche solo un lavoratore , DEVONO  identificare e valutare i rischi presenti e identificare le misure di  prevenzione e protezione idonee a proteggere i lavoratori da rischi di infortunio e malattia professionale.

Tale indagine, denominata , VALUTAZIONE DEI RISCHI, deve essere messa "nera su bianco"  in un documento  che è appunto il DVR.

La responsabilità della redazione è in carico al  Datore di Lavoro a redigere il DVR, ma data la complessità della valutazione, è opportuno rivolgersi ad un tecnico esperto, specializzato in sicurezza sul lavoro.

Il DVR deve contenere i seguenti elementi:

  • Una relazione inerente a tutti i potenziali rischi per la sicurezza e la salute che esistono sul luogo di lavoro, indicando le modalità con cui essi sono stati individuati;
  • La specificazione delle misure di prevenzione e protezione volte ad eliminare o ridurre tali rischi;
  • La descrizione delle procedure volte ad attuare le suddette misure, con l'indicazione di quali figure devono occuparsene;
  • L'individuazione di chi ha collaborato alla valutazione dei rischi (RSPP, RLS, Medico Competente);
  • L'individuazione delle mansioni da cui possono derivare eventuali rischi e che di conseguenza richiedono specifiche competenze e formazione professionale;
  • Una valutazione specifica relativa ai rischi riguardanti le eventuali lavoratrici in stato di gravidanza;
  • La data in cui è stata effettuata la valutazione e la redazione del documento stesso;

Validità

L'aggiornamento del DVR è  obbligatorio a seguito di:

  • modifiche del processo lavorativo (introduzioni di nuovi macchinari ad esempio);
  • modifiche dell'organizzazione generale del lavoro;
  • casi di infortuni gravi che mettano in luce nuovi fonti di rischio, o richiedano una rivalutazione di quelle presenti;
  • per alcuni rischi esistono invece delle scadenze più stringenti come ad esempio, il rumore, le vibrazioni, il rischio chimico etc etc.

Mancata elaborazione del DVR: sanzioni

In caso di mancata o INCOMPLETA elaborazione del DVR, le sanzioni in carico al datore di lavoro possono essere di diverse migliaia di euro; sono inoltre previste sanzioni penali e l'INAIL in caso di condanna può procedere alla rivalsa per il recupero delle spese sostenute.

Rivolgiti solamente a consulenti che ti GARANTISCONO il lavoro; ELITE SRL è dotata di polizza che copre tutti gli eventuali errori commessi. Chi ti offre questa garanzia?

Chiamaci per un controllo gratuito al numero 0544 456215.